Quanto può essere pericoloso respirare aria malsana?

Quanto può essere pericoloso respirare aria malsana?

Uno studio dell’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Salute, ha rilevato una relazione tra aria malsana e morti premature. È stato infatti dimostrato che circa 9 persone su 10 respirano aria contenente alti livelli di inquinanti e che l’inquinamento atmosferico ambientale e domestico provoca 7 milioni di morti ogni anno. Tra i principali fattori delle morti premature vi sono le alte concentrazioni di particolato fine (PM10 e PM 2,5), composto da solfato, nitrati e black carbon (Fonte: OMS).

Respirare aria non pulita significa aumentare i rischi di contrarre malattie gravi, non solo a livello respiratorio ma anche cardiovascolare. Tra i disturbi più diffusi ci sono le tracheiti, le bronchiti, le allergie respiratorie e l’asma bronchiale, mentre nei casi più gravi si può arrivare anche allo sviluppo di tumori polmonari, cardiopatie, ictus e danni cognitivi e mentali. Lo stesso studio dell’OMS ha rilevato, infatti, come respirare aria sporca e malsana abbia spesso un’incidenza nell’aggravamento dell’Alzheimer.

Tra i soggetti più vulnerabili, ci sono ovviamente i bambini, maggiormente esposti alle infezioni delle prime vie aeree e alle allergie respiratorie, e gli anziani, soprattutto se già colpiti da patologie respiratorie e circolatorie croniche.
È importante prestare attenzione a quello che respiriamo, anche all’interno del veicolo.

Come migliorare la qualità dell’aria che respiriamo?

1. Arieggiate gli ambienti di casa

La vostra casa è il luogo in cui trascorrete più tempo in assoluto, preoccupatevi che sia un luogo salubre e benefico per la vostra salute, a partire dall’aria! Ogni mattina, aprite tutte le finestre per almeno un paio d’ore, in modo da sostituire l’aria cattiva con aria fresca, pulita e carica di ossigeno. È un passaggio fondamentale per liberarvi della CO2, della polvere e dei fumi che si concentrano nella vostra casa. Può aiutarvi, anche, acquistare dei depuratori da distribuire nelle stanze più frequentate, utili soprattutto se soffrite di malattie respiratorie perché favoriscono una pulizia costante dell’atmosfera, oppure optare per delle piante, che oltre a produrre ossigeno assorbono anche l’anidride carbonica in eccesso e fungono da arredo per la casa

2. Fate manutenzione

Se avete problemi di muffa o infiltrazioni, risolveteli al più presto con l’aiuto di un tecnico: sono i principali fattori di inquinamento domestico e i responsabili di diverse patologie respiratorie. Anche i sistemi di riscaldamento e raffrescamento non sono da trascurare, soprattutto se prevedono l’erogazione di aria come un ventilatore, un condizionatore o un termoconvettore. Sottoponeteli a manutenzione almeno una volta l’anno, manteneteli puliti e cambiate i filtri dell’aria ogni qualvolta noterete l’esigenza.

3. Mantenete l’auto pulita

Se la casa è il primo ambiente in cui passiamo più tempo durante il giorno, l’auto il secondo! Se usate spesso l’auto per spostarvi, anche solo per brevi tratti, non dimenticate di trascurarne la pulizia. Anche l’aria che si respira in auto, infatti, può non essere pulita perché viene introdotta nel veicolo direttamente dalla strada.

Tra le principali cause di inquinamento stradale ci sono le polveri sottili e il particolato atmosferico che, in caso di un filtraggio dell’aria non efficiente, possono entrare nell’abitacolo e depositarsi nel tratto superiore dell’apparato respiratorio dei passeggeri, provocando tosse, starnuti, secchezza alle cavità nasali e irritazione della faringe. Vi capita mai di starnutire spesso quando siete in auto? È il segnale che non state respirando aria buona.

Per questo TUNAP, leader nella ricerca, sviluppo e produzione di soluzioni per il mondo dell’automotive, ha elaborato il trattamento innovativo airco well® che, attraverso l’uso di prodotti per l’igiene testati e certificati, ripristina aria salubre nell’abitacolo ripulendo l’impianto di climatizzazione da polveri, agenti contaminanti, pollini e allergeni.
I prodotti TUNAP sono sicuri per l’uomo, per gli animali e per l’ambiente, e sono approvati dal Centro Europeo per la Fondazione di Ricerca sulle Allergie.

Ad ogni tagliando, o almeno una volta all’anno, prenotate un trattamento airco well® nell’officina specializzata più vicina a voi che offre servizi i TUNAP: ne gioverà l’efficienza della vostra auto ma soprattutto la vostra salute.