Virus e batteri viaggiano anche in auto

Mani sul volante
Il volante è il luogo con la più altra concentrazione di germi all’interno dell’abitacolo

Virus e batteri viaggiano anche in auto

L’emergenza COVID-19 ha cambiato la nostra quotidianità e ha riportato l’attenzione su igiene e pulizia. Sebbene l’invito più volte rinnovato da tutte le autorità è quello di stare in casa, tutti abbiamo delle necessità che ci obbligano, anche in questo periodo, ad utilizzare la nostra auto. Sorge quindi spontaneo chiedersi se quando andiamo al lavoro o a fare la spesa siamo al sicuro da virus e batteri all’interno del veicolo. La risposta è sì, ma come per le mani, l’igiene è necessaria.

L’auto non è un luogo pulito

Numerosi studi hanno dimostrato che l’auto non è assolutamente un luogo pulito. Da un’analisi promossa da carrentals.com emerge che in auto possono prosperare più di 700 tipi di batteri diversi. Quando hai lavato la tua auto l’ultima volta? Chiedendo ad un campione di 1000 persone le risposte sono state: il 32% ha dichiarato di pulire la propria auto dentro e fuori una volta l’anno, mentre il 12% ha dichiarato di non farlo mai.

Il volante è il punto più sporco all’interno di un’auto, mediamente quattro volte in più della tavoletta di un water pubblico. Altri punti dove germi e batteri si annidano sono le chiavi, le maniglie e i comandi delle portiere, le cinture di sicurezza, il regolatore del volume della radio e la leva del cambio. Da non sottovalutare anche l’impianto dell’aria condizionata dove, umidità e spazi stretti dei suoi condotti offrono terreno fertile per fughi e muffe.

Punti da igienizzare all'interno dell'abitacolo

Perchè pulire e igienizzare le superfici dell’abitacolo

Le superfici toccate più spesso sono quindi potenzialmente pericolose perchè, oltre a germi e batteri, possono ospitare un virus e questo potrebbe entrare nel nostro organismo quando dopo averle toccate, ci tocchiamo occhi, naso o bocca con la stessa mano. La domanda quanto può resistere il coronavirus su una superficie (che sia metallo, plastica, o altro) non ha trovato ancora una risposta definitiva, alcuni studi parlano di ore, altri di giorni. Sebbene la trasmissione principale avviene da una persona all’altra, la pulizia e l’igiene delle superfici può essere uno strumento di prevenzione in più.

Quindi è importante igienizzare l’abitacolo per abbattere il più possibile i rischi di contagio. Questa attività è importante per il guidatore e per i suoi passeggeri, ma anche per chi sale sul veicolo per svolgere il proprio lavoro.

Una semplice pulizia con un panno non è sufficiente, bisogna combinare azione chimica, temperatura, tempo di contatto e azione meccanica, così come spiegato dal dott. Herbert Sinner. L’utilizzo di sostanze a base di alcool (alcol etilico e alcol isopropilico) andrà a sciogliere lo strato adiposo del virus, evitando così il contagio.

L’impianto clima è un covo di batteri, la sostituzione del filtro non basta

Mamma al volante

Il filtro abitacolo è un importante alleato per proteggerci dall’aria poco salubre proveniente dall’esterno dell’auto: gas di scarico, polveri e sporcizia. Se questo è a carboni attivi ancora meglio, perché è in grado di catturare anche ossido di carbonio e di azoto. La sostituzione del filtro, anche se fatta regolarmente non è però sufficiente a garantire l’assenza di fughi, muffe e batteri nell’impianto dell’aria condizionata. Per questo TUNAP consiglia di igienizzare l’impianto clima almeno una volta all’anno. Attraverso la tecnologia airco well®, verrà effettuata una pulizia profonda dell’aria condizionata, andando così ad eliminare sporco, agenti contaminanti, pollini e allergeni. Esistono diversi prodotti e soluzioni fai da te sul mercato, ma non sono in grado di raggiungere la stessa efficacia di un trattamento effettuato da un professionista.

L’importanza di lavarsi le mani

Se sei un guidatore, la migliore soluzione per evitare il contagio in auto rimane lavarsi le mani il più spesso possibile. Lo stesso consiglio è altrettanto valido per gli operatorie del settore, oltre a quello dell’utilizzo dei dispositivi di protezione. Sono semplici attività che se trasformate in abitudini diventeranno ancor più efficaci per la nostra salute. Ricorda che se dovessi entrare in contatto con una superficie infetta, il volante ad esempio, lavarsi le mani correttamente con acqua e sapone è sufficiente a rimuovere il virus.