Sei sicuro che la tua auto sia pulita?

Ragazza al volante mentre tossisce

Sei sicuro che la tua auto sia pulita? Scopri perché non lo è

Da una recente ricerca sulle abitudini degli europei, svolta dall’Istituto CSA Research e presentata al Salone di Parigi, è emerso che gli italiani trascorrono in media, nell’arco della propria vita, 5 anni e 7 mesi a bordo di un’auto, dei quali 3 anni e 6 mesi in qualità di guidatori. Dati che superano la media europea di 4 anni e 1 mese.
Alcuni la usano per raggiungere il luogo di lavoro, altri per lunghe trasferte o continui spostamenti, altri ancora se ne servono per portare i bambini a scuola o il cane dal veterinario. Si prende l’auto per andare in palestra, per andare in vacanza, o per percorrere quei 500 m che non si ha né la voglia né la forza di fare a piedi.

Quanto è pulita la tua auto?

Insomma, la macchina è come una seconda casa. Ma vivresti mai in una casa sapendo che l’aria al suo interno è inquinata?
Esattamente come in qualsiasi altro ambiente, anche in auto si annidano batteri, polveri, acari, funghi e odori sgraditi, ma dal momento in cui vi si trascorrono periodi molto brevi (anche se frequenti) si tende a trascurare l’importanza di una buona igienizzazione.
Rentals.com, un sito web americano specializzato nel noleggio auto, attraverso una ricerca ha dimostrato che i germi presenti all’interno di un’automobile possono superare di ben 4 volte quelli che si trovano in un wc pubblico. Sorpreso?

L’abitacolo di un’automobile può, quindi, diventare un ambiente ad alto rischio per la salute non solo dell’automobilista, ma anche dei passeggeri, in particolare se si tratta di anziani o di bambini.
Anche il camion in cui il trasportatore passa le sue giornate lavorative, o il furgone che il corriere usa per consegnare la merce presentano concentrazioni elevate di sostanze nocive, che a lungo andare possono provocare l’insorgere di malattie cardiovascolari e respiratorie. Per non parlare di chi già soffre di asma o di allergie gravi, e ogni giorno nel proprio veicolo respira componenti dannose senza nemmeno accorgersene.

Cosa puoi fare per purificare la tua auto e renderla più salubre?

Basta seguire 3 semplici passaggi:

  1. Pulire frequentemente l’abitacolo
    Proprio come una casa, anche il tuo mezzo di locomozione ha bisogno di essere pulito per rimuovere polvere e batteri che si depositano sulle superfici.
  2. Sostituire il filtro aria dell’abitacolo
    Il filtro abitacolo va cambiato almeno una volta all’anno: è indispensabile per ridurre al minimo le sostanze inquinanti che, dall’esterno, entrano nell’abitacolo.
  3. Igienizzare l’impianto dell’aria condizionata
    Sostituire il filtro quando smette di essere efficiente non basta per purificare l’aria nel veicolo, perché gran parte delle particelle inquinanti, dello sporco, dei pollini e degli allergeni provenienti dall’esterno, si accumulano e prolificano nei canali di passaggio dell’aria, nell’evaporatore e nel filtro.
Viaggio di famiglia in un auto pulita

A chi puoi rivolgerti per la pulizia dell’impianto di aerazione?

Proprio per soddisfare questa esigenza e offrire un servizio di pulizia dell’auto a 360°, TUNAP ha ideato airco well®, un sistema brevettato di igienizzazione dell’impianto di climatizzazione che garantisce un’aria fisiologicamente sana all’interno della tua auto.
Combinando l’azione chimica dei prodotti per l’igiene TUNAP, con quella meccanica dell’alta pressione, airco well® ripulisce evaporatore e scatolato da ogni residuo, a partire da quelli più consistenti come polvere e pollini, fino a quelli più invisibili come agenti contaminanti e allergeni. Questo tipo di lavaggio professionale è l’unico approvato a livello internazionale e la sua efficacia è assicurata dall’Associazione allergici e asmatici (ECARF) e dalla direttiva VDI 6032.
Il trattamento è effettuabile su ogni veicolo, presso il centro specializzato più vicino a te e può essere ripetuto una volta all’anno, al momento del tagliando o della sostituzione del filtro dell’aria.