Trascorri molto tempo in auto? Ecco perché dovresti preoccuparti del sistema di climatizzazione

Trascorri molto tempo in auto? Ecco perché dovresti preoccuparti del sistema di climatizzazione

Cosa c’è di più bello di avere un impianto di climatizzazione nel tuo veicolo?
Oggi, con un solo tocco, puoi arrivare a lavoro con la camicia asciutta in piena estate o fare delle lunghe trasferte sul tuo camion senza soffrire il caldo.
Eppure molti dimenticano che, come tutti i dispositivi tecnologici, anche l’impianto di climatizzazione ha bisogno di pulizia e manutenzione costanti per garantire la salute di guidatore e passeggeri. Germi, funghi e batteri, infatti, si annidano con facilità nell’impianto clima, rendendo l’aria che respiriamo all’interno della macchina non sana.

Lo sapevi che nell’area del freno a mano c’è una media di 200 germi viventi per pollice quadrato?

Una ricerca dell’Università di Salford (Greater Manchester) ha evidenziato come la percentuale di sporco all’interno dell’abitacolo di un’auto è il 55% più alta delle tastiere dei computer che abbiamo a casa o in ufficio e 2.144 volte superiore a quella degli smartphone, con una media di 200 germi viventi per pollice quadrato nella sola area del freno a mano.

Il climatizzatore è uno dei maggiori responsabili dell’immissione all’interno dell’abitacolo di polveri, pollini e gas di scarico,  ma anche di funghi, batteri, acari e germi che si sviluppano e moltiplicano all’interno dei canali di passaggio dell’aria. È indispensabile, quindi, provvedere ad un cambio frequente dei filtri dell’aria, e a una pulizia periodica del circuito.

Come faccio a sapere se l’impianto di climatizzazione è sporco?

Polveri, acari e batteri non sono visibili ad occhio nudo ma sono comunque presenti all’interno del veicolo, e tendono a sedimentarsi e a moltiplicarsi nei canali dell’impianto clima. Per cui spesso, quando l’impianto inizia a dare i primi segnali di malfunzionamento, significa che l’accumulo di sostanze al suo interno ha raggiunto livelli di nocività ormai molto elevati. Quali possono essere le avvisaglie? Ad esempio, l’erogazione di odori sgradevoli.

Sottovalutare questa problematica può comportare lo sviluppo di allergie, asma e patologie croniche, sia respiratorie che cardiovascolari. Tra le categorie più a rischio ci sono sicuramente i soggetti deboli come gli anziani e i bambini, ma soprattutto chi trascorre molte ore nel proprio veicolo durante l’arco della giornata, come i lavoratori o i camionisti che hanno lunghe trasferte, o chi utilizza la macchina tutti i giorni per recarsi nel proprio luogo di lavoro.

Rappresentanti, commerciali, camionisti, corrieri, tassisti e autisti sono le figure più esposte a questo tipo di disturbi: un trasportatore, ad esempio, passa in media 56 ore alla settimana a bordo del proprio camion e in generale, gli italiani, nell’arco della propria vita, 5 anni e 7 mesi a bordo di un’auto.

Immaginate quante di quelle ore dovrà trascorrere con il sistema di climatizzazione acceso, soprattutto d’estate o in inverno, almeno tre quarti. Diventa quindi fondamentale per la propria salute assicurarsi di respirare aria pulita.

A chi devo rivolgermi per pulire l’impianto di climatizzazione?

Per tornare a respirare aria pulita, bastano pochi passaggi: con il trattamento airco well® brevettato da TUNAP, dovrai solo recarti nel centro specializzato più vicino a casa tua, o al tuo posto di lavoro, per riavere in breve tempo il veicolo igienizzato e purificato. airco well® agisce alla fonte del problema ed elimina sporco, agenti contaminanti, pollini e allergeni che si annidano nell’evaporatore e nello scatolato del filtro dell’aria, combinando l’azione di prodotti chimici certificati ECARF (adatti anche alle persone asmatiche o allergiche), con quella meccanica dell’alta pressione. I prodotti airco well® sono approvati da vari enti europei e sviluppati per tutelare la salute degli operatori e di chi viaggia a bordo del veicolo.

Il trattamento può essere eseguito su qualsiasi mezzo: dall’auto, al furgone, fino ai camion di grandi dimensioni o ai mezzi di trasporto pubblici. Hai poco tempo a disposizione durante la giornata? Puoi prenotare il tuo trattamento approfittando della pausa pranzo o del tempo libero tra un viaggio e l’altro!